I magistrati devono pagare per gli errori giudiziari

I magistrati devono pagare per gli errori giudiziari

Un caso esemplare di cattiva amministrazione della macchina giudiziaria. Il presidente del porto di Genova, Giovanni Novi, era stato ingiustamente accusato di ben tredici capi d’imputazione. Dopo sei lunghi anni la Corte di Cassazione ha sentenziato che tutto questo era nulla, che Novi ha fatto il bene del porto, che chi lo accusava, Ignazio Messina, ha detto il falso. Novi ha tolto il saluto a quell’uomo e ai tre pm che lo hanno perseguitato, con un appello dopo l’altro. Così Miriana Rebaudo su La Stampa.

In Italia troppi i casi di malagiustizia