Il buon diritto al non contagio

Il buon diritto al non contagio

Guardando a chi ha meno di 80 anni, si contano 39 ricoveri in terapia intensiva per milione tra i non protetti e solo 3 tra chi si è vaccinato. Tutta la critica all’efficacia del vaccino, insomma, può essere utile fintanto che aiuta a tenere alta l’attenzione verso ciò che si può fare di meglio rispetto all’immunizzazione di massa, ma non può diventare la giustificazione morale a una visione, più ideologica che politica, che ha l’effetto di ostacolare e ritardare provvedimenti che mirano solo ad aumentare la protezione dal virus a beneficio di tutti. Le considerazioni di Massimo Calvi su Avvenire.

Si può, o no, avere il diritto a non prendersi il Covid?