La mafia referente della nostra pa

Le mafie stesse diventano «autorità pubblica» in grado di governare processi e sorti dell’economia. «L’uso stabile e continuo del metodo corruttivo-collusivo da parte delle associazioni mafiose – si legge nella relazione della Dna – determina di fatto l’acquisizione (ma forse sarebbe meglio dire, l’acquisto) in capo alle mafie stesse, dei…
Leggi tutto...

I difetti dello ius soli di Gentiloni

Nella concessione automatica della cittadinanza prevista per coloro che sono nati in Italia da genitori di cui almeno uno con regolare permesso di soggiorno da cinque anni come minimo, non si prevede però alcun accertamento preliminare circa la conoscenza né della nostra lingua, né dei costumi, né delle regole, né…
Leggi tutto...

Il dialogo necessario tra Cristianesimo e Islam

«Il rispetto e il dialogo richiedono la reciprocità in tutti i campi, soprattutto per quanto concerne le libertà fondamentali e più particolarmente la libertà religiosa. Essi favoriscono la pace e l’intesa tra i popoli (Giovanni Paolo II)» Il Mediterraneo è stato la culla di varie civiltà, sviluppatesi sugli scambi culturali…
Leggi tutto...

Il "sapere"... in un click!

Molto è cambiato nel mondo dell’informazione da quando giornali e televisione sono stati affiancati dal web. Basti pensare all’attualissimo problema delle fake news. Per l’esattezza, le false notizie sono sempre circolate, come nel caso delle “prove” che portarono all’attacco dell’Irak, ma oggi si accede sempre più velocemente alle notizie attraverso…
Leggi tutto...

Le ragioni del populismo

Un confronto intellettuale veramente unico nel suo genere è stato offerto sabato 4 maggio a Dogliani dal Festival della tv e dei nuovi media. In un affollatissimo padiglione, cinque direttori di giornali hanno discusso di populismo: Maurizio Molinari (La Stampa), Mario Calabresi (la Repubblica), Luciano Fontana (Corriere della Sera), Claudio…
Leggi tutto...