Ricerca Scientifica, Patrimonio Culturale dell'Umanità

TEDx CNR: i protagonisti

Racconto alle persone della mia esperienza nel TEDx CNR. La maggior parte di esse rimane interdetta, non avendo idea di cosa sia il TED. Io stessa la prima volta che ne ho sentito parlare, mi sono ritrovata a sbarrare gli occhi, di fronte ad uno dei soliti-abusati ma tanto efficaci - acronimi utilizzati dagli Americani per essere più incisivi nella comunicazione di massa.

Quindi che cosa è il TED?

Ideas worth spreading (le Idee che vale la pena diffondere). Recita così il sottotitolo dell'evento, esprimendone appieno l'essenza aggiungerei. Il Technology Entertainment Design americano si tiene ogni anno a Vancouver e recentemente, ogni due anni in altre città del mondo. È di fatto un talk show che ha come tema l'innovazione delle Idee!. Durante il TED gli speaker sono chiamati, in soli 18 minuti, a comunicare al pubblico dei "non addetti ai lavori" le loro Idee innovative. Il risultato? Un grande spettacolo!. Protagoniste sono proprio le Idee, quelle migliori, quelle che potrebbero cambiare aspetti della nostra vita quotidiana. I talk abbracciano una vasta gamma di argomenti che comprendono scienza, arte, politica, temi globali, architettura, musica e altro. L'8 ottobre scorso ho avuto quello che considero ormai un privilegio, ovvero l'opportunità di partecipare all'organizzazione del primo TEDx CNR (evento di comunicazione globale indipendente legato alle rete no profit TED) che si è tenuto a Roma presso la Sala Sinopoli dell'Auditorium Parco della Musica. Diciannove relatori provenienti dal mondo scientifico e non, sono stati chiamati ad illustrare, in modo semplice e rigoroso, le Idee e le ricerche che meritano di essere diffuse al pubblico sul tema "Beyond the Known" (oltre la conoscenza), nei diversi ambiti di Ricerca: innovazione, medicina, ambiente, cybersecurity, robotica, immigrazione. Ad aprire l'evento è stato chiamato il più illustre e noto divulgatore della scienza in Italia, Piero Angela. Il curatore e organizzatore della manifestazione, Michele Muccini, direttore dell'Istituto per lo studio dei materiali nanostrutturati del Cnr, ha così spiegato l'obiettivo della giornata: “L'idea di organizzare il TEDx CNR nasce per far arrivare in modo semplice ed efficace alla gente le Idee e il contributo dei suoi Ricercatori”. L'evento, come in un qualsiasi talk show che si rispetti, è stato caratterizzato da momenti esilaranti e momenti di pathos. E sono state raccontate storie. Come quella di Mario, bimbo colpito in età prenatale da un ictus, che ha compromesso il movimento del lato sinistro del suo corpo. Roberto D’Angelo e Francesca Fedeli – rispettivamente padre e madre del piccolo e protagonisti nel video di uno dei TED americani- raccontano, visibilmente emozionati, la storia del figlio. La loro storia. Dove la Scienza e la divulgazione al "grande pubblico" sono stati determinati per dare speranza al futuro di Mario e di tanti altri bambini colpiti dalla stessa malattia. Roberto e Francesca nel video dichiarano che solo quando hanno realizzato quello che avevano, cioè Mario come un dono e la sua malattia come un'opportunità, hanno iniziato veramente ad aiutare il loro piccolo, affidandosi alla Ricerca e adottando una terapia sperimentale basata sulla teoria dei neuroni specchio, la quale afferma che se guardiamo qualcuno compiere un movimento, nel nostro cervello si attivano gli stessi neuroni che useremmo per compierlo. La scoperta dei neuroni a specchio risale agli anni ’80, ed il merito va ad un team di Ricerca italiano dell’Università di Parma, guidato dal Professor Rizzolatti. Dall’ esperienza dei coniugi D’Angelo è nato Fight the Stroke, un movimento che ha l’obiettivo di parlare di ictus perinatale, di diffondere terapie innovative e supportare i giovani sopravvissuti all’ictus e le loro famiglie. Infine a Luca Vecchi dei The Pills è andato l'arduo compito, ben riuscito, di un intervento non banale ma esilarante che potesse alleggerire la portata dei temi trattati. A condurre l'evento la giornalista Natascha Lusenti, insieme al fisico nucleare Valerio Rossi Albertini e al geologo Mario Tozzi (noti divulgatori televisivi e Ricercatori del CNR). 

L'esperienza del TEDxCNR mi ha fatto riflettere su due aspetti: l'importanza della Ricerca Scientifica e l'importanza ancora più grande della divulgazione al "grande pubblico" dei risultati prodotti. Un segno evidente di ciò che ho appena affermato è stato l'atteggiamento di grande emozione tenuto dagli speaker prima di salire sul palco. Persone di altissimo livello scientifico abituati a convegni, conferenze, seminari,premi; preoccupati che il loro talk arrivasse al pubblico in sala, per quella che forse hanno considerato essere la platea più difficile da coinvolgere e verso cui, probabilmente, hanno sentito di avere un dovere morale, per il fatto stesso che la mission della Ricerca è quella di produrre Khnow How che migliorino la qualità della vita delle persone e che promuovano lo sviluppo dei Paesi. È questo l'obiettivo e questo è il motivo per cui tutti i Paesi/Stati devono investire nella Ricerca e nel lavoro dei Ricercatori. Ed inoltre è anche il motivo per cui la Ricerca Scientifica debba rimanere "affare pubblico". Infatti in quanto diretta al pubblico è essa stessa un Bene Pubblico, ma tutto questo può realizzarsi solo se i cittadini riescono a comprendere i benefici che ne derivano. La Ricerca, dunque, a parer mio quindi entra a pieno titolo a far parte del Nostro Patrimonio Culturale Mondiale che ogni Paese ha l'obbligo civile e morale di promuovere, incentivare e finanziare ma anche quello di divulgarne i risultati conseguiti. Questo evento ha cambiato in maniera decisiva il mio modo di concepire la Scienza in generale, facendomi comprendere l'importanza della comunicazione al “grande pubblico” e soprattutto che questo è possibile! La scienza non è una cosa per pochi eletti, al contrario, costituendo una Risorsa, deve essere - o almeno dovrebbe - un servizio per tutti. Ricerca Scientifica ed Innovazione sono il motore della nostra civiltà e parte integrante del Patrimonio Culturale dell'Umanità.

Per chi volesse "curiosare" nel TEDx CNR questo è il sito su cui sono pubblicati i talk: www.tedxcnr.com